Cortisonici 2019 – svelati i 24 film in concorso

Per la sedicesima edizione di Cortisonici, a Varese dal 9 al 13 aprile 2019, record di film arrivati alla segreteria organizzativa: 3844 cortometraggi giunti da 116 diverse nazioni, segno dell’attenzione che il festival si è ritagliato tra i registi emergenti e le piccole case di produzione di tutto il mondo. Tra questi sono stati selezionati ventiquattro film in concorso, in rappresentanza di 15 diverse nazioni: Azerbaigian, Belgio, Brasile, Francia, Germania, Gran Bretagna, Israele, Italia, Kosovo, Olanda, Russia, Spagna, Stati Uniti, Venezuela e Vietnam. Da oggi online anche il trailer ufficiale del festival, firmato dal regista Nicola Piovesan, per annunciare l’imminenza della XVI edizione del Festival Cortisonici. 

Terzo Segreto

La giuria che decreterà il vincitore ed eventuali menzoni speciali è composta dal collettivo Il Terzo Segreto di Satira, ovvero Pietro Belfiore, Davide Bonacina, Andrea Fadenti Andrea Mazzarella e Davide Rossi. I cinque del collettivo da diversi anni scrivono, girano e montano video e serie e che, con uno sguardo disincantato e ironico, raccontano la contemporaneità del nostro paese e le sue paradossali dinamiche, spesso in contesti da terziario avanzato, tanto evoluti quanto schizofrenici. I membri del Terzo Segreto di Satira saranno a Varese per la sedicesima edizione del festival Cortisonici, in qualità di giurati, chiamati al compito di decretare un vincitore tra i 24 cortometraggi in concorso e assegnare l’ambito Premio della Giuria.

 

E in concorso per la prima volta al festival alcune nazioni, mai rappresentate in precedenza al concorso: dal Kosovo Ajo, della regista More Raça, che porta a Varese un racconto di riscatto tutto al femminile; da Israele Alef b’Tamuz, di Yael Reisfeld, una visionaria animazione che accompagna tre pellegrini indigenti in una strana notte nel vecchio cimitero ebraico di Zefat; dall’Azerbaigian arriva invece Balaca di Ruslan Aghazadeh e dal Vietnam The mute di An Pham Thien. A chiudere le nuove entrate il venezuelano Lucy di Roberto Gutiérrez, tra i cortometraggi promossi alle “primarie” di sabato 19. Cinque nuove esplorazioni cortisoniche che sicuramente non lasceranno indifferente il pubblico varesino.

La sedicesima edizione del Festival Cortisonici inoltre rende omaggio al cinema horror contemporaneo con il Focus A sangue fresco, sezione non competitiva del festival che porta a Varese territori e generi cinematografici poco esplorati: con A sangue fresco gli organizzatori del festival intendono chiudere la quadrilogia nerd iniziata nel 2016 con un omaggio all’animazione giapponese, continuata nel 2017 con i superhero movies e nel 2018 con il cinema da combattimento. Nel 2019 il focus si allarga per diventare un vero e proprio percorso nel cinema dell’orrore degli ultimi anni, proponendo a Varese film che non hanno avuto grande visibilità o non ancora distribuiti in Italia. Tra le proiezioni ci sarà l’atteso Zombie contro zombie (One Cut of the Dead) del giapponese Ueda Shinichiro. Meravigliosamente creativo, Zombie contro zombie porta nuova linfa e divertimento all’interno del genere zombie, e una selezione di lungometraggi e cortometraggi direttamente dal TOHorror Film Fest di Torino, tra i più importanti festival cinematografici di genere della penisola dall’edizione.

Questo l’elenco dei cortometraggi selezionati che verranno presentati giovedì 11, venerdì 12 e sabato 13 aprile nella tradizione cornice del Cinema Teatro Nuovo di Varese. Per tutti gli aggiornamenti del festival: www.cortisonici.org.

Concorso internazionale Cortisonici / International Competition Cortisonici 2019

1.    8:27- Matthias Kreter- Germania, 13′

2.    Ajo- More Raça- Kosovo, 12′

3.    Alef b’Tamuz- Yael Reisfeld- Israele, 6’

4.    Balaca- Ruslan Aghazadeh- Azerbaigian, 13

5.    Broccoli- Ivan Sainz Pardo- Germania- 4’

6.    Business meeting- Guy Charnaux- Brasile, 2’

7.    Câm Lặng- The mute- An Pham Thien- Vietnam, 15’

8.    Cerdita- Carlota Martìnez Pereda- Spagna, 14’

9.    Estigma- David Velduque- Spagna, 14

10. Follower- Jonathan Behr- Germania, 10′

11. Hold on- Bart Schrijver- Olanda, 6′

12. Inanimate- Lucia Bulgheroni- Gran Bretagna, 8’

13. InLove- Les Frères Lopez- Francia, 7’30’’

14. L’incoveniente di avere il C ****- Astutillo Smeriglia- Italia, 3’30’’

15. La mal bleu- Anais Tellenne, Zoran Boukherma – Francia 15’

16. Lo siento, mi amor- Eduardo Casanova, Spagna, 7’

17. Lucy- Roberto Gutiérrez- Venezuela, 15’

18. Maintenant On Peut Mourir Tranquille- Arnaud Guez- Belgio 4’

19. Moths to the flame-Falene- Luca Jankovic,  Marco Pellegrino- Italia, 13’

20. No smooking indoors- Philipp Westerfeld- Germania, 11’

21. Old goat- Georgiy Boldugerov- Russia, 10’

22. Panta Rhei- Wouter Bongaerts-  Belgio, 10’

23. Parru pi tìa- Giuseppe Carleo- Italia, 15′

24. The shadow of an owl- Mikhail Shulaev- Russia, 15’

 

Comunicato stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...