L’omaggio di Cannes al cinema italiano

marcello mastroianni, la dolce vita

 

Il festival di Cannes è ormai alle porte. Quest’anno ad aprire le danze sarà la splendida Nicole Kidman che incanterà la croisette con l’anteprima di Grace of Monaco, carico di aspettative ma non privo di malumori nella casa reale di Montecarlo. Come forse avrete già constatato dalle innumerevoli notizie girate su stampa e web, la 67° edizione dedica il proprio manifesto a Marcello Mastroianni, uno degli attori italiani più apprezzati nel mondo grazie alle sue interpretazioni nei film quali La dolce vita, 8 1/2, Oci Ciornie, grazie al quale si aggiudicò la Palma d’Oro nel 1987. Con questo omaggio, il festival ha voluto focalizzarsi sul periodo moderno del cinema italiano, proponendo molte pellicole restaurate e invitando ospiti illustri. Tra questi, spicca il nome di Sophia Loren, Palma d’Oro nel 1961 con La Ciociara, la quale presiederà la visione del film Matrimonio all’italiana di Vittorio De Sica. Inoltre verrà presentata la versione restaurata di 8 1/2 di Federico Fellini, con Mastroianni nel ruolo di protagonista, mentre alla fine del festival Quentin Tarantino (un uomo preso a caso, insomma) introdurrà uno dei western che più ha contraddistinto Sergio Leone: Per un pugno di dollari.

Per quanto riguarda la selezione dei film ufficiali, i riflettori sono puntati sull’ultimo di David Cronenberg Maps to the Star, con Carrie FisherJulianne Moore e Robert Pattinson. Da tener d’occhio sono certamente  Xavier Dolan, il giovane regista che ha incantato l’anno scorso Venezia con Tom à la ferme e che a Cannes presenta Mommy, Jean Luc Godard, il regista della Nouvelle Vaugue che quest’anno torna sul grande schermo con Adieu au Langage,  Ken Loach con l’ultimo lavoro Jimmy’s Hall e Tommy Lee Jones con The Homesman. Da segnalare il ritorno di Ryan Gosling, anche se questa volta non nei panni dell’attore, ma dietro la macchina da presa con Lost River, film in concorso nella categoria Un Certain Regard. L’Italia non poteva mancare, visto l’enorme elogio che la manifestazione più importante al mondo le ha dedicato. I film in concorso sono due:  Le Meraviglie di Alice Rohrwacher (unica pellicola in corsa per la Palma D’Oro), e Incompresa di Asia Argento (all’interno della categoria Un Certain Regard).

Il sito ufficiale del festival: festival-cannes.com

La lista completa dei film

In Concorso

– SILS MARIA by OLIVIER ASSAYAS
– SAINT LAURENT by BERTRAND BONELLO
– KIS UYKUSU (SOMMEIL D’HIVER) by NURI BILGE CEYLAN
– MAPS TO THE STARS by DAVID CRONENBERG
– DEUX JOURS, UNE NUIT by JEAN-PIERRE et LUC DARDENNE
– MOMMY by XAVIER DOLAN
– CAPTIVES by ATOM EGOYAN
– ADIEU AU LANGAGE by JEAN-LUC GODARD
– THE SEARCH by MICHEL HAZANAVICIUS
– THE HOMESMAN by TOMMY LEE JONES
– FUTATSUME NO MADO (DEUX FENÊTRES) by NAOMI KAWASE
– MR TURNER by MIKE LEIGH
– JIMMY’S HALL by KEN LOACH
– FOXCATCHER by BENNETT MILLER
– LE MERAVIGLIE by ALICE ROHRWACHER
– TIMBUKTU by ABDERRAHMANE SISSAKO
– RELATOS SALVAJES (WILD TALES) by DAMIAN SZIFRON
– LEVIATHAN by ANDREY ZVYAGINTSEV

Fuori concorso

– GUI LAI by ZHANG YIMOU
– DRAGON TRAINER 2 by DEAN DEBLOIS
– LES GENS DU MONDE by YVES JEULAND

Un Certain Regard

– JAUJA by LISANDRO ALONSO
– LA CHAMBRE BLEUE by MATTHIEU AMALRIC
– INCOMPRESA by ASIA ARGENTO
– TITLI by KANU BEHL
– ELEANOR RIGBY by NED BENSON
– BIRD PEOPLE by PASCALE FERRAN
– LOST RIVER by RYAN GOSLING
– AMOUR FOU by JESSICA HAUSNER
– CHARLIE’S COUNTRY by ROLF DE HEER
– SNOW IN PARADISE by ANDREW HULME
– DOHEE-YA by JULY JUNG
– XENIA by PANOS KOUTRAS
– RUN by PHILIPPE LACÔTE
– TURIST by RUBEN ÖSTLUND
– HERMOSA JUVENTUD by JAIME ROSALES
– THE SALT OF THE EARTH by WIM WENDERS and JULIANO RIBEIRO SALGADO
– FANTASIA by WANG CHAO
– HARCHECK MI HEADRO by KEREN YEDAYA

Film di mezzanotte

– THE ROVER by DAVID MICHOD
– THE SALVATION by KRISTIAN LEVRING
– PYO JEOK by CHANG

Proiezioni speciali

– EAU ARGENTÉE by MOHAMMED OSSAMA
– MAIDAN by SERGEI LOZNITSA
– RED ARMY by POLSKY GABE
– CARICATURISTES – FANTASSINS DE LA DÉMOCRATIE by STEPHANIE VALLOATTO
– LES PONTS DE SARAJEVO, film chorale

Cannes Classics

Guest of honor: SOPHIA LOREN
Proiezioni di:
– LA VOCE HUMANA (2014, 25′) – Edoardo Ponti
– MATRIMONIO ALL’ITALIANA – Vittorio De Sica (1964, 1h42)

– PER UN PUGNO DI DOLLARI – Sergio Leone (1964, 1h40)
– PARIS, TEXAS – Wim Wenders (1984, 2h25)
– REGARDS SUR UNE REVOLUTION : COMMENT YUKONG DEPLAÇA LES MONTAGNES – Marceline Loridan e Joris Ivens (1976, 1h11)
– CRUEL STORY OF YOUTH (SEISHUN ZANKOKU MONOGATARI) – Nagisa Oshima (1960, 1h32
– WOODEN CROSSES (LES CROIX DE BOIS) – Raymond Bernard (1931, 1h55)
– OVERLORD – Stuart Cooper (1975, 1h24)
– LA PAURA – Roberto Rossellini (1954, 1h23)
– BLIND CHANCE (PRZYPADEK) – Krzysztof Kieślowski (1981, 1h57)
– THE LAST METRO (LE DERNIER METRO) – François Truffaut (1980, 2h21)
– DRAGON INN – King Hu (1967, 1h51)
– DAYBREAK (LE JOUR SE LEVE) – Marcel Carné (1939, 1h31)
– COLOR OF THE POMEGRANATE (SAYAT NOVA) – Sergei Parajanov (1968, 1h17)
– LEOLO – Jean-Claude Lauzon (1992, 1h42)
– GACIOUS LIVING (LA VIE DE CHATEAU) – Jean-Paul Rappeneau (1965, 1h30)
– JAMAICA INN – Alfred Hitchcock (1939, 1h40)
– LES VIOLONS DU BAL – Michel Drach (1974, 1h44)
– BLUE MOUNTAINS (LES MONTAGNES BLEUES) – Eldar Shengelaia (1983, 1h31)
– LOST HORIZON (HORIZONS PERDUS) – Frank Capra (1937, 2h12)
– THE BITCH (LA CHIENNE) – Jean Renoir (1939, 1h35)
– TOKYO ORINPIKKU (TOKYO OLYMPIADES) – Kon Ichikawa (1965, 2h)
– 8½ – Federico Fellini (1963, 2h13)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...