Recensione: Remember

image

Genere: Drammatico

Regia: Atom Egoyan

Cast: Christopher Plummer, Martin Landau, Dean Norris, Bruno Ganz, Jurgen Prochnow, Heinz Lieven

Durata: 95 min.

Distribuzione: BIM Distruzione

 

Zev Guttman è un anziano signore di origine ebraica affetto da demenza senile. Ogni volta che si addormenta, il giorno dopo perde ogni concezione con la realtà. Non si ricorda più nulla, nemmeno di sua moglie Ruth, morta recentemente. Max è il suo migliore amico, con il quale ha condiviso la dura convivenza con l’Olocausto ad Auschwitz. Un giorno però Zev aveva fatto una promessa all’amico, affermando di voler andare a cercare il soldato nazista che ha ordinato l’uccisione della loro famiglia. Dopo che Max ha scritto nero su bianco tutto il necessario su dei fogli di carta, da qui parte un viaggio che va da Cleveland fino in Canada, alla ricerca della vendetta e della giustizia che fino ad ora non è mai stata compiuta.

image

Remember è un film che spiazza. Non solo per il finale (tranquilli, no spoiler), ma per come è stata impostata complessivamente la storia. Dapprima si vede una narrazione tragicomica, che con un tocco leggero , divertente (si pensi ad esempio alla scena all’interno del negozio di armi) tratta il tema della memoria, del dolore che i protagonisti hanno subìto e di come l’uomo stia piano piano dimenticando, come Zev, l’orrore e i segni della guerra. Dall’altro si assiste a un cambiamento di rotta, avvicinandosi a momenti di forte drammaticità. Qui il cast ha davvero stupito, con un Christopher Plummer immerso nella parte, capace di interpretare alla grande il personaggio nelle sue movenze ed espressioni, portando in scena un individuo goffo, impacciato, a tratti infantile se si pensa ad alcune sequenze in cui è in compagnia con dei bambini (es. In treno o in ospedale) ma per nulla inetto. Pur con il problema che da molti anni lo colpisce, quello che certamente si nota è la determinazione nel riuscire a raggiungere l’obiettivo che da tempo i due protagonisti stanno bramando. Questo è un segno di come il ricordo, anche con l’utilizzo della scrittura, non va cancellato, ma deve essere preservato con assoluta decisione, con lo scopo di non commettere gli stessi errori in futuro. Remember va assolutamente visto, per il rispetto che questo film ha verso il passato e per l’assoluta sensibilità verso le vittime.

Voto: 4 su 5

Il trailer

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...