Café Society aprirà il 69° festival di Cannes

Café Society Woody Allen
Foto presa da festival.cannes.fr

Café Society, l’ultimo lavoro di Woody Allen, sarà il film che aprirà ufficialmente il prossimo festival di Cannes, in programma dall’11 al 22 maggio. Giunta alla sua 69° edizione, la manifestazione mostrerà in anteprima il lungometraggio fuori concorso al  Palais des Festivals’s Grand Théâtre Lumiere. Come sottolinea la stessa organizzazione, quello di Allen è un record assoluto, visto che è la terza volta che il regista di New York  presenta il suo film come evento d’apertura a Cannes: il primo fu  Hollywood Ending nel 2002, il secondo Midnight in Paris nel 2011.

Woody Allen Vittorio Storaro
Twitter Festival di Cannes

Il film racconta la storia di un giovane che arriva a Hollywood nel corso del 1930, nella speranza di lavorare nell’industria cinematografica. Lì trova non solo l’amore, ma si ritrova catapultato al centro della graziosa epoca della Café Society che ha letteralmente definito lo società di quel periodo. Il film vede come protagonisti Kristen Stewart e Jesse Eisenberg, oltre a interpreti del calibro di Blake Lively, Parker Posey e Steve Carell. Affianco a Woody Allen, il direttore della fotografia Vittorio Storaro, tre volte Premio Oscar con Apocalisse Now di francis Ford Coppola, Reds di Warren Beatty e L’Ultimo Imperatore di Bernardo Bertolucci.


Godard e Capri protagonisti nella locandina

locandina cannes 69

“Il cinema sostituisce il nostro sguardo con un mondo in armonia con i nostri desideri “. Dopo Bergman, ora è il turno di Godard. La scalinata famosa nel film Il disprezzo (1963), che rappresenta l’ascesa di un uomo verso il suo sogno, in una calda luce mediterranea che si trasforma in oro, è di certo un’immagine che racchiude in toto il sogno cinematografico, in grado di portarti verso mondi armoniosi mai visti prima.Una scelta simbolica, visto che questo lavoro, considerato da molti come uno dei migliori film mai realizzato in CinemaScope (la coppia Piccoli / Bardot insieme a Fritz Lang, Raoul Coutard nella fotografia, Georges Delerue nella musica), ha avuto un notevole impatto sulla storia del cinema. Una locandina azzeccata, disegnata da  Hervé Chigioni e dal graphic designer Gilles Frappier.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...