Recensione: Eddie The Eagle – il coraggio della follia

eddie-the-eagleGenere: Commedia/Biografico

Regia: Dexter Fletcher

Cast: Taron Egerton, Hugh Jackman, Christopher Walken, Keith Allen, Jim Broadbent

Durata: 106 min.

Distribuzione: 20th Century Fox

 

 

 

Calgary 1988 è passata alla storia per una serie di atleti che per la prima volta si sono presentati alla manifestazione come veri e propri outsider. Si pensi alla nazionale giamaicana (raccontato nel film Cool Runnings) che gareggiò nella disciplina del bob a quattro riscuotendo un clamoroso successo di pubblico grazie al loro entusiasmo durante i giochi e alla loro passione sportiva che ha garantito loro la qualificazione. Un altro caso assolutamente straordinario è la storia del britannico Eddie Edwards. Il ragazzo ha un solo desiderio: partecipare alle Olimpiadi. La sua passione per lo sport lo spinge a provare qualsiasi disciplina, dai pesi, al salto in lungo, fino alla corsa a ostacoli. Purtroppo, per un problema fisico  alla gamba (senza contare poi del rapporto conflittuale con il padre) porteranno Eddie ad accantonare in parte il suo sogno. Quando però scopre della possibilità di partecipare alle Olimpiadi Invernali, il fuoco olimpico dentro di sé si accende di nuovo, e la sua determinazione lo trascinerà fino in Germania per provare la difficile impresa di qualificarsi nel trampolino.

eddie-the-eagle-1

Eddie The Eagle è una piccola, grande sorpresa cinematografica. La Marv, che ha dato vita a film come Kick Ass e Kingsman, ha sempre portato sullo schermo storie anticonvenzionali, con uno stile accattivante e fuori dall’ordinario. I protagonisti spesso rappresentano eroi per nulla conformi alle logiche narrative tradizionali, con personaggi privi di caratteristiche straordinarie capaci di renderli esclusivi e unici. Al contrario i cliché tipici del genere (dai film sui supereroi a quelli di spionaggio) vengono completamente  snaturati di ogni  loro elemento distintivo, narrando aspetti assolutamente paradossali e impossibili da trovare nei film più rappresentativi del cinema. Eddie, in questo caso, è senza ombra di dubbio un personaggio normale, lontano dal tipico atleta allenato e possente, visto che si trova a dover prepara un’olimpiade in poco tempo senza alcuna esperienza alle sue spalle, con l’unica eccezione dell’ex campione Chuck Berghorn, interpretato da Hugh Jackman, che cercherà di dargli alcune dritte su come affrontare la sfida non solo contro gli altri campione, ma anche contro le paure e i freni che lo circondano incessantemente. Sia Eddie che Chuck hanno avuto lo stesso sogno, come hanno avuto gli stessi ostacoli nella loro corsa verso la gloria, nonostante il loro modo di affrontare la vita sia completamente opposta: il primo è assolutamente un personaggio cristallizzato, puro, che mette anima e corpo per raggiungere la vetta, il secondo, con un talento immenso ma sprecato dal suo carattere ribelle. Il risultato di Eddie The Eagle è stato da medaglia d’oro. Il regista Dexter Fletcher è riuscito a raccontare, con un tono originale al limite della follia, una storia romantica e autentica sul vero sport, quello con la “s” maiuscola che tutti dovrebbero prendere spunto , strappando anche qualche sorriso per buona parte del film.

Voto: 3,5 su 5

Il trailer

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...