Nastri d’argento 2017 – tutti i premi


Dopo i David di Donatello, qui sotto la lista dei vincitori dei Nastri d’argento 2017. I film vengono premiati dall’SNGCI, il sindacato nazionale dei giornalisti cinematografici italiani.

I PREMI PRINCIPALI

– MIGLIOR FILM: LA TENEREZZA

– MIGLIORE REGIA: Gianni AMELIO per LA TENEREZZA

– MIGLIOR REGISTA ESORDIENTE: Andrea DE SICA per I FIGLI DELLA NOTTE

– MIGLIOR COMMEDIA: L’ORA LEGALE di Salvo FICARRA e Valentino PICONE

– MIGLIOR SOGGETTO: Nicola GUAGLIANONE per INDIVISIBILI

– MIGLIOR SCENEGGIATURA: Francesco BRUNI per TUTTO QUELLO CHE VUOI

– MIGLIOR PRODUTTORE: Attilio DE RAZZAPer L’ORA LEGALE, e con PIER PAOLO VERGA per INDIVISIBILI

– MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA: Renato CARPENTIERI per LA TENEREZZA

– MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA: Jasmine TRINCA per FORTUNATA

– MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA: Alessandro BORGHI per FORTUNATA e IL PIÙ GRANDE SOGNO

– MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA ex aequo a Sabrina FERILLI per OMICIDIO ALL’ITALIANA, e Carla SIGNORIS per LASCIATI ANDARE

– MIGLIOR FOTOGRAFIA: Luca BIGAZZI per LA TENEREZZA e SICILIAN GHOST STORY

– MIGLIOR SCENOGRAFIA: Marco DENTICI per FAI BEI SOGNI e SICILIAN GHOST STORY

– MIGLIORI COSTUMI: Massimo CANTINI PARRINI per INDIVISIBILI

– MIGLIOR MONTAGGIO: Francesca CALVELLI per FAI BEI SOGNI

– MIGLIOR SONORO IN PRESA DIRETTA: Alessandro ROLLA per FORTUNATA

– MIGLIOR COLONNA SONORA: Enzo AVITABILE per INDIVISIBILI

– MIGLIOR CANZONE ORIGINALE: ABBI PIETÀ DI NOI musica e testo di Enzo AVITABILE, interpretata da Enzo AVITABILE, Angela e Marianna FONTANA – INDIVISIBILI

– NASTRO d’ARGENTO EUROPEO: Monica BELLUCCI per ON THE MILKY ROAD-Sulla via lattea di Emir Kusturica

– NASTRO d’ARGENTO ALLA CARRIERA: Roberto FAENZA per 50 anni di cinema nell’anno de ‘La verità sta in cielo’

– NASTRO d’ARGENTO SPECIALE: Giuliano MONTALDO per Tutto quello che vuoi

PREMI SPECIALI

Per l’attenzione al cinema civile in particolare sul tema del lavoro

-7 MINUTI di Michele PLACIDO
-SOLE CUORE AMORE di Daniele VICARI
e per l’impegno in una dura prova di interpretazione
-Claudia POTENZA e Andrea SARTORETTI per Monte di Amir Naderi

PREMIO ‘NINO MANFREDI’

-Pierfrancesco FAVINO e Kasia SMUTNIAK per Moglie e marito di Simone Godano

HAMILTON ‘BEHIND THE CAMERA-NASTRI d’ARGENTO’
-Gabriele MUCCINO

PERSOL – PERSONAGGI DELL’ANNO
-Claudio AMENDOLA e Luca ARGENTERO per Il permesso 48 ore fuori

WELLA – NASTRI d’ARGENTO’ per l‘immagine
-Jasmine TRINCA per Fortunata


I premi per il cinema giovane


NASTRO SPECIALE

Cinquina speciale 2017 –Film sui giovani
-PIUMA di Roan Johnson

NASTRI d’ARGENTO – SIAE
‘borse’ di formazione per due giovani sceneggiatori
-Irene DIONISIO – Le ultime cose
-Michele VANNUCCI – Il più grande sogno

PREMIO ‘GRAZIELLA BONACCHI’ 2017
-Simone LIBERATI – Cuori puri

I PREMI ‘GUGLIELMO BIRAGHI’ 2017
DEDICATI A JOSCIUA ALGERI

-Brando PACITTO – L’estate addosso di Gabriele Muccino
-Daphne SCOCCIA – Fiore di Claudio Giovannesi
-Piuma di Roan Johnson
-Angela e Marianna FONTANA – Indivisibili di Edoardo De Angelis
-Ludovico TERSIGNI – SLAM Tutto per una ragazza

menzioni speciali

-Andrea Carpenzano – Tutto quello che vuoi di Francesco Bruni
-Vincenzo Crea – I figli della notte di Andrea De Sica

PREMI ‘GUGLIELMO BIRAGHI’- NUOVO IMAIE 2017

-Valentina BELLE’ e Giacomo FERRARA – Il Permesso 48 ore fuori di Claudio Amendola

IL ‘NASTRO DELL’ANNO’ a THE YOUNG POPE

ha premiato
-Per l’ideazione, la scrittura, la regia Paolo SORRENTINO
-Per la produzione WILDSIDE – SKY
-Per il miglior casting director Anna Maria SAMBUCCO
E con un riconoscimento speciale al cast artistico e tecnico
-Sceneggiatura: Umberto CONTARELLO, Tony GRISONI, Stefano RULLI
-Fotografia: Luca BIGAZZI
-Montaggio: CristianoTRAVAGLIOLI
-Musiche: Lele MARCHITELLI
-Scenografia: Ludovica FERRARIO
-Costumi: Carlo POGGIOLI, Luca CANFORA
-Suono: Emanuele CECERE

7 commenti Aggiungi il tuo

  1. wwayne ha detto:

    Non mi stupisce che Roan Johnson abbia vinto quel premio, perché è una vita che fa film sui giovani. Non sempre con successo: ad esempio, “Fino a qui tutto bene” è un’occasione parzialmente sprecata, un potenziale filmone che è finito per diventare un dimenticabile filmetto.
    Osceni i premi per L’estate addosso: un film di un’inconsistenza così palese e gigantesca da sembrare uno scherzo. Se non altro è servito a lanciare la stella di Matilda Lutz, attrice tanto bella quanto brava, che avevo già apprezzato nel ben più riuscito “L’Universale.”

    Liked by 1 persona

    1. Riccardo Lo Re ha detto:

      Guarda, di Roan Johnson ho apprezzato tantissimo I primi della lista. Piuma lo vidi a Venezia e devo dire che non ha messo in bella mostra il cinema italiano in Concorso. Il resto sono, a parer mio, solo premi celebrativi che non vanno nel merito del contenuto (vedi L’estate addosso).

      Mi piace

      1. wwayne ha detto:

        In effetti ormai “va di moda” premiare certi artisti ogni volta che fanno un film, è quasi un automatismo. E’ il caso ad esempio di Gianni Amelio, che si è sempre premurato di frequentare i festival cinematografici (li bazzica da oltre 30 anni!), e adesso ne sta raccogliendo i frutti. Grazie per la risposta! 🙂

        Liked by 1 persona

      2. Riccardo Lo Re ha detto:

        La tenerezza non l’ho visto, ma ho avuto modo di conoscere Amelio, una persona che davvero conosce i segreti del cinema. Questo film ha patito secondo me una posizione sul calendario non favorevole, che ha determinato una bassa affluenza nelle sale. Ma molti hanno apprezzato questo film, al contrario di Piuma ad esempio.

        Mi piace

      3. wwayne ha detto:

        Una curiosità: quali sono questi segreti del cinema che Amelio ha generosamente condiviso con te?

        Liked by 1 persona

      4. Riccardo Lo Re ha detto:

        Ah ah aha ah. Niente di interessante, in realtà è dovuto a un incontro per la presentazione del suo romanzo. Tuttavia, firmandomi un suo saggio sul cinema l’anno scorso, mi ha fatto complimenti della scelta, chiedendomi se avevo letto il precedente suo libro. Ho ovviamente mentito, (ah ha ha ha), ma era un modo per instaurare una piccola chiacchierata che è durata poco visto la gente che avevo dietro. Il titolo è “Un cinema chiamato desiderio”.

        Mi piace

      5. wwayne ha detto:

        Ecco, questo è un punto a suo favore: adoro i vip ai quali fa piacere avere uno scambio significativo con i fan.
        Ad esempio, di recente sono stato ad un evento cinematografico che aveva come madrina Lodovica Comello: lei poteva scendere dalla macchina e poi entrare direttamente nel cinema, invece si è fermata fuori e si è messa a firmare autografi e scattare foto con tutti. E ha continuato a farlo fino all’ultimo fan, incurante della fila sterminata che si era formata davanti a lei. Davvero una grande donna e una grande artista. Buona Domenica! 🙂

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...