Recensione: Detroit

detroit

Genere: Drammatico

Regia: Kathryn Bigelow

Cast: Will Poulter, Hannah Murray, Jack Reynor, John Boyega, Anthony Mackie

Durata: 143 min.

Distribuzione: Eagle Pictures

 

“L’umanità deve porre fine alla guerra, o la guerra porrà fine all’umanità”. Questo è John Fitgerald Kennedy in un suo discorso davanti all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 25 settembre del 1961, un anno durissimo che vide scontri sanguinosi in Congo e che terminò con la morte in un incidente aereo dell’allora Segretario dell’ONU Dag Hammarskjöld. Gli Stati Uniti si trovavano nel bel mezzo della Guerra Fredda con l’URSS, ma mai si poteva pensare che il caos e le difficoltà nel gestire un equilibrio così instabile fuori dai confini americani scoppiasse dentro le proprie mura. Ava Du Vernay lo raccontò splendidamente con la marcia di Selma di Martin Luther King, così come Spike Lee nel biopic dedicato a Malcom X. Sono le due facce della stessa medaglia. Il primo, più politico, volto alla difesa dei diritti per via non violenta, e il secondo, invece, che prevedeva anche l’uso della forza per ottenere un risultato utile per la gente di colore.

detroit-film-kathryn-bigelow-john-boyega

A tornare a parlare di quel decennio è la regista Kathryn Bigelow, conosciuta per i suoi lungometraggi cruenti e senza filtri come The Hurt Locker e Zero Dark Thirty. (leggi la recensione completa su empireonline.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...