I vostri inviati da Venezia: VIA CASTELLANA BANDIERA

via-castellana-bandiera

Due donne si trovano quasi per caso in un budello, nella periferia palermitana, via castellana bandiera, da una parte una punto rossa guidata da una signora attempata, dall’altra una multipla blu condotta da una signora sulla cinquantina. La signora attempata è pacata, al limite dell’inespressività, la cinquantenne è irrequieta e collerica, a tratti quasi isterica. Questa è la premessa del film d’esordio di Emma Dante, presentato “in concorso” alla 70° Mostra Internazionale di Arte Cinematografica. La regista, conosciuta soprattutto in campo teatrale, si dà al cinema proponendo quello che alcune testate hanno definito un “western al femminile”. Emma Dante si avvale della preziosa collaborazione di Elena Cotta (che interpreta Samira, la donna attempata sulla punto rossa) mentre è la stessa regista che ricopre il ruolo di Rosa, l’irrequieta cinquantenne. Nel cast anche Alba Rohrwacher.
Via castellana bandiera” è un ritratto a dir poco edificante delle tensioni moderne italiche, della irritabilità facile, della violenza e della frustrazione repressa. Un ritratto delineato con pennellate forti, senza filtri: il linguaggio e gli atteggiamenti sono quelli che si possono vedere per strada, nei bar, nelle case. In più di un’occasione scappa anche un sorriso (amaro). La regista porta sullo schermo un prodotto a tratti autoriale, anche se non manca, a parere di chi scrive, qualche caduta di stile (comunque scusabile). Con tutta la benevolenza per una pellicola “onesta”, Via castellana bandiera non sarà ricordato come un lavoro memorabile e, aldilà del suo valore metaforico, resta un film che pare, per certi versi, fine a sé stesso. Soltanto oggi leggevo sul Gazzettino locale che il Leone è ormai tabù per gli autori italiani da ormai 15 anni. Ancora devono essere presentati “L’intrepido” di Amelio e “Santo GRA” di Rosi, ma se il livello è quello visto questa sera, anche per quest’anno non ci sarà partita.

Voto: 2 su 5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...