Recensione: Ghostbusters

ghostbustersGenere: Fantascienza

Regia: Paul Feig

Cast: Melissa McCarthy, Kristen Wiig, Kate McKinnon, Leslie Jones, Charles Dance, Michael K. Williams, Chris Hemsworth

Durata: 108 min.

Distribuzione: Sony

 

 

 

Alla fine è arrivato. Ghostbusters è tornato in sala con una nuova veste, più ironica, fuori dagli schemi e sotto la lente di Paul Feig, regista che da sempre si è orientato verso commedie (passatemi il termine) “demenziali”, che puntano alla risata nuda e cruda come Spy e Le amiche della sposa. Sin dall’inizio, da quando Sony ha deciso di produrre il reboot, non sono mancate le polemiche da parte dei fan, che hanno sempre rifiutato che qualcuno possa intaccare una saga che ha letteralmente lasciato il segno sul cinema internazionale e, nello specifico, sul genere fantascientifico. Il linguaggio utilizzato e i metodi usati su internet non sono stati certamente raffinati e intelligenti, come gli insulti sessisti e razzisti a Leslie Jones su Twitter e allo stesso regista sul trailer del film. Nonostante ciò, le ragazze non si sono lasciate intimorire. Lo sa bene la protagonista Erin Gilert, che si ritrova improvvisamente l’aura del un suo vecchio libro sul paranormale che può mettere a rischio la sua carriera universitaria, oltre a un liquido verdastro e appiccicoso sul suo vestito da parte di un fantasma che da tempo infestava un museo storico di New York.

ghostbusters.1

Le acchiappafantasmi sono dunque tornate in scena nella Grande Mela dopo 27 anni dall’ultima uscita del secondo episodio con protagonisti Bill Murray, Dan Aykroyd, Harold Ramis ed Ernie Hudson. Nuove sfide da sostenere con quattro personaggi totalmente fuori di testa, dall’eccentrica Abby Yates (Melissa McCarthy) alla misurata ma altrettanto determinata Erin Gilbert (Kristen Wiig), per poi passare alla impetuosa Jillian Holtzmann (Kate McKinnon) e alla stravagante Patty Tolan (Leslie Jones). L’odierno Ghostbusters cerca di distaccarsi da quello che era l’opera di Ivan Reitman, ma allo stesso tempo vuole essere un grosso omaggio a quello che è stato e a quello che ancora continua a essere un film che appassiona, spaventa e diverte allo stesso tempo. L’opera di Paul Feig, come ci si aspettava, ha messo il suo stile tagliente e burlesco puntando più su un tono vicino al sarcasmo che alla paura, con battute davvero efficaci e altrettante che non hanno funzionato come dovuto.  Questo rappresenta un aspetto che si distanzia dalla precedente saga. Il resto è un continuo levarsi il cappello di fronte a questa straordinaria saga, con i cameo di tutti i personaggi che l’hanno resa celebre. Dall’altro lato, l’impressione è che il regista non abbia voluto rischiare troppo, delimitandosi al puro intrattenimento e riconoscendo l’effettiva superiorità del film del 1984. Oltre agli omaggi, all’ironia puntigliosa, manca l’originalità della storia, che aggiunge poco o nulla a quanto visto in precedenza. Nonostante questo, la scorrevolezza e la linearità della narrazione rende il film assolutamente godibile senza alcun picco in negativo nel ritmo complessivo. Nel finale la spettacolarizzazione della scena, aiutata da una computer grafica ben curata con i fantasmi che, avvolti dallo spirito color blu acceso, si avvicinano a dei modelli surreali e fantastici, ha purtroppo trascurato il contenuto, con soluzioni a dir poco sbrigative. La pelle d’oca della sigla iniziale rimane forse l’unica certezza che mette d’accordo entrambe le fazioni. Per il resto, Ghostbusters resta comunque un buon prodotto di intrattenimento, che nella sua semplicità riesce a divertire senza alcuna pretesa.

Voto: 3 su 5

Il trailer

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...