Recensione: Kingsman – Il cerchio d’oro

Genere: Azione

Regia: Matthew Vaughn

Cast: Colin Firth, Julianne Moore, Taron Egerton, Mark Strong, Halle Berry, Elton John, Channing Tatum, Jeff Bridges, Edward Holcroft, Sophie Cookson, Pedro Pascal, Vinnie Jones

Durata: 141 min.

Distribuzione: 20th Century Fox

 

 

Grazie al cielo ci sono loro a salvarci dai nostri vizietti quotidiani. Con il primo episodio, infatti, abbiamo scoperto che stare costantemente davanti allo smartphone può avere dei grossi effetti collaterali. Ma per fortuna il giovane Gary ‘Eggsy’ Unwin, spinto anche dalla voglia matta di fare l’amore con la principessa di Svezia, riesce a impedire un genocidio planetario ad opera di uno spietato (ma geniale) Valentine “L. Jackson”. Il mondo è quindi al sicuro (?). A volte, quando si chiude una porta, si apre immediatamente un mondo di problemi da risolvere. Gary è il primo a sentirne i sintomi, attaccato mentre si prepara a uscire con la sua fidanzata nordica, ma ben presto l’intera organizzazione scoprirà come una donna, rossa di capelli (e di carattere) e per giunta a capo di uno dei cartelli più influenti della droga, possa piegare da sola la spia. Scusate se è poco.

Paura. Questa era una delle sesnsazioni che si prova mentre si aspettano i primi fotogrammi di Kingsman – il cerchio d’oro. Il precedente capitolo è stato qualcosa di inaspettato. Del resto, c’è da aspettarselo da uno come Vaughn, autore di un altro piccolo grande film come Kick Ass. Questa inedita rivisitazione dello Spy Story alla James Bond è stata folgorante a tal punto che era necessario una prosecuzione davvero all’altezza. Dopo il sequel dei supereroi adolescenti tutt’altro che sufficiente, i timori erano ben giustificati. Le sorprese non sono invece mancate, seppur con una durata nel complesso eccessiva che poteva colpire i punti nevralgici del lungometraggio. La regia conferma il livello tecnico dell’autore, che intrattiene con sapienza attraverso scene d’azione mozzafiato, dove piani sequenza vengono alternati dall’uso riuscito del ralenti e di tagli di montaggio che danno respiro alla sequenza mostrata.

Le preoccupazioni non erano tanto sull’aspetto formale, sul contenitore, quanto su ciò che riempie per oltre due ore e mezza di girato. Cambia il tema, non più la dipendenza reale dai nuovi dispositivi, ma si entra su argomenti spigolosi. La droga, il narcotraffico, rappresenta uno dei mercati (illegali) più proficui, con la possibiltà di influire senza alcun ostacolo su quello legale.  L’esponente dell’associazione criminale, Poppy, non si può mostare al pubblico come i grossi responsabili di multinazionali, tanto da ricreare, nel luogo dove è latitante, un’immensa città invisibile, con strutture vintage degli anni ’50 ma priva di vita. Adora il passato, ma il suo sguardo è rivolto al futuro, alla tecnologia di ultima generazione (un punto che si ricollega al primo film) e alla volontà di uscire dall’anonimato. La storia gioca sullo scontro morale e politico, soprattutto quando a emergere è una società che raggiunge il primato nel consumo di cocaina, Che fare quindi? Come contrastare questo dilemma socio-economico? Ovviamente questo film non svela una possibile soluzione, non interessa. Senza entrare nel dettaglio della storia, Kingsman – il cerchio d’oro continua a usare (con toni che superano l’eccesso) gli stilemi del genere spionistico, dall’abbigliamento sobrio che si rapporta con una violenza che straripa di sangue e ossa, alla parodizzazione delle situazioni nelle quali i protagonisti si ritrovano. Difficile raggiungere l’entusiasmo di Secret Service, ma il divertimento e lo spasso sono presenti in abbondanza, grazie a grandissimi attori (da Julianne Moore a Colin Firth) e alla capacità del cineasta nel mettere a contatto temi sensibili con uno stile originale e brillante.

Voto: 3 su 5

Il Trailer

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...