Vittorio Veneto Film Festival

prova per fb_def

← V edizione

←Eventi e Festival

Il vvfilmf svela le pellicole in gara alla vi edizione

Il Vittorio Veneto Film Festival – Festival Internazionale di Cinema per Ragazzi, ha selezionato i 12 film che verranno presentati ai giovani giurati, alla Giuria di Qualità e alla Giuria dei +Alti.

the games maker

(1 aprile) I lungometraggi sono stati suddivisi in sei categorie, in modo da soddisfare le esigenze dei vari gruppi che visioneranno i lavori e garantire, di conseguenza, una maggiore qualità all’attività dei giurati.

Per quanto riguarda la categoria + piccoli (6-7 anni) e Sant’Augusta (8-11 anni), troviamo Fünf Freunde 3 del tedesco Mike Marzuk, film che tratta le incredibili vicende di cinque amiche in un’isola esotica, e Ricky Rapper, del regista Timo Koivusalo, che narra le avventure dei giovani Ricky e Nelly alle prese con qualche grattacapo da risolvere. L’ultimo della categoria è la coproduzione di Italia, Argentina, Canada The games maker, del regista Juan Pablo Buscarini, che ci porta in un viaggio fantastico attraverso gli occhi del giovane Ivan Drago (interpretato da David Mazouz, il piccolo Bruce Wayne nella serie tv Gotham).

Nella categoria Monte Baldo (12-14 anni) c’è Project Wild Thing, documentario del regista britannico David Bond che, attraverso una campagna pubblicitaria nei confronti dell’ambiente, cerca di analizzare il distacco tra la generazione digitale e la natura; il film croato Love or Death, di Daniel Kusan, racconta invece la vita di Koko alle prese con la passione per il calcio e l’amore per una giovane ragazza, mentre il regista cinese Jiang Yunmin, attraverso la pellicola Little Sami, mostra la vita di un ragazzo, Yanhan, sulla soglia della maggiore età, momento molto importante per chi vuole diventare un monaco buddista.

Nella categoria Monte Pizzoc (15-17 anni), i film che si contenderanno il premio saranno Together, diretto dal regista russo Denis Shabaev, che descrive un rapporto difficile tra padre e figlia; The Cart, pellicola del Bangladesh di Ashraf Shishir, che riporta la difficile situazione di due fratelli e della madre divorziata; e Bintou, un documentario tedesco di Simone Catharina Gaul, che racconta il mondo tormentato di una ragazza con il sogno di diventare una famosa sarta.

Per quanto riguarda invece la categoria Monte Visentin (18-25 anni), il documentario francese Selapak, per la regia di Sylvain Aulagner, riporta la storia di tre gruppi di artisti cambogiani che lottano per preservare il loro patrimonio culturale, mentre Buschow, della regista tedesca Rosa Friedrich, racconta la relazione turbolenta di due giovani ventenni in una casa vacanza a Brandeburgo. La repubblica dei ragazzi, unica pellicola italiana in corsa al festival del regista Dario Albertini, narra di una struttura nata nel dopoguerra a 70 km da Roma con lo scopo di aiutare i ragazzi in difficoltà.

Ultima, ma non per importanza, è la categoria + alti (26 anni in su), per la quale le pellicole in concorso saranno The Cart, Project Wild Thing e La repubblica dei ragazzi.


 

Maria Sole Tognazzi al Vittorio Veneto Film Festival

La regista presenterà “Ritratto di mio padre”, documentario sulla vita di Ugo Tognazzi.

(23 marzo) Il Vittorio Veneto Film Festival – Festival Internazionale di Cinema per Ragazzi, che si svolgerà dal 14 al 18 aprile 2015, dedica la sua sesta edizione a Ugo Tognazzi e non poteva certo mancare un momento dedicato al grande attore, regista, sceneggiatore teatrale, cinematografico e televisivo italiano.

Nella mattinata di sabato 18 aprile, Maria Sole Tognazzi sarà ospite al festival con il suo documentario “Ritratto di mio padre” e incontrerà i giovani giurati presenti in sala. (continua a leggere)


 Gran finale al Vittorio Veneto Film Festival con “Il Capitale Umano”

(20 marzo) Sarà lo sceneggiatore del film, Francesco Bruni, a introdurre la proiezione venerdì 17 aprile alle ore 20.30, come sempre presso il Teatro “Da Ponte” di Vittorio Veneto. Bruni, già gradito ospite alla kermesse cinematografica veneta tre anni fa, si è visto riconoscere il premio “Vittorio Veneto Film Festival” assegnato dalla Giuria dei Ragazzi durante la 68esima Mostra del Cinema di Venezia con il film “Scialla”. Inoltre è stato collaboratore nella maggior parte delle pellicole del regista Paolo Virzì, firmando le sceneggiature di film come “Caterina va in città”, “N (Io e Napoleone)”, “Tutta la vita davanti” e “Tutti i santi giorni”. Tuttavia è con “Il Capitale Umano” che si conferma ancora una volta come l’industria cinematografica italiana sia in grado di mettere in scena prodotti di alta qualità, affrontando spesso tematiche importanti e attuali, e aggiudicandosi la nomination italiana agli Oscar 2015 grazie al lavoro magistrale del regista livornese e alle interpretazioni efficaci degli attori Fabrizio Gifuni, Valeria Bruni Tedeschi, Fabrizio Bentivoglio e Valeria Golino.

La sesta edizione del vvfilmf terminerà sabato 18 aprile, con una grande serata di gala dedicata alla premiazione delle pellicole vincitrici. A decretare i migliori film dell’edizione, una giuria composta da oltre 1000 ragazzi, provenienti da tutta Italia.


 

Il Vittorio Veneto Film Festival rende omaggio a Carlo Mazzacurati.

(16 marzo) Un altro grande protagonista al Vittorio Veneto Film Festival e un altro film che tiene alto il nome della produzione cinematografica di qualità ‘made in Italy’. Giovedí 16 aprile alle ore 20.30 sarà l’ultima opera di Carlo Mazzacurati La sedia della felicità a essere proiettata al Teatro Da Ponte di Vittorio Veneto, sempre all’interno della manifestazione cinematografica internazionale dedicata ai ragazzi. La pellicola, definita dalla critica come un ‘meraviglioso addio’ dell’artista veneto, vede protagonisti luoghi e realtà del nordest che sicuramente il pubblico saprà riconoscere e apprezzare, dai colli Euganei alle Dolomiti, passando per la sua città natale, Padova, già presente in un altro suo film, ‘La lingua del Santo’.

Fu lo stesso Mazzacurati a spiegare le motivazioni di questa scelta d’ambientazione: “L’ispirazione nasce da un paesaggio umano e fisico che conosco bene, il Nordest. Dal desiderio di narrare una storia in tono comico, anche grottesco, ma con realismo e veritá, tenendo insieme il senso di catastrofe in cui sembra stia cadendo l’Italia con l’energia e la voglia di riscatto che nonostante tutto si sente nell’aria”.

Il film, presentato nel 2013 al Torino Film Festival, si é visto riconoscere l’anno successivo la vittoria del ‘Nastro d’Argento’, grazie anche alla bravura dei suoi protagonisti: Valerio Mastandrea, Isabella Ragonese, Giuseppe Battiston e il trevigiano Mirko Artuso. Quest’ultimo, presente anche in altri progetti di Mazzacurati come ‘La giusta distanza’, incontrerà il pubblico alla proiezione serale, che ricordiamo sarà libera e gratuita.


 “Italy in a day” apre la serata Rai cinema al vvfilmf

(12 marzo) Era il 27 gennaio 2011 quando al Sundance Film Festival venne presentato il documentario Life in a day (La vita in un giorno) prodotto dal regista premio Oscar Ridley Scott con la regia di Kevin Macdonald. Il film, della durata di 94 minuti, ha avuto un successo incredibile. Non solo fu un progetto innovativo, geniale, ma per la prima volta nella storia era il pubblico (in questo caso quello di YouTube) a essere protagonista della pellicola, dato che erano loro stessi, il 24 luglio 2010, a filmare interamente la propria giornata, mandando in totale circa 4500 ore di girato.

Gabriele Salvatores, regista italiano affermato a livello internazionale, ha voluto riproporre lo stesso progetto anche in Italia, riscontrando una forte adesione da parte degli italiani. Il 26 ottobre 2013 ognuno aveva il compito di raccontare la propria vita filmandolo attraverso una qualsiasi videocamera (dallo smartphone a una telecamera professionale). Il risultato è andato oltre ogni aspettativa: oltre 41 mila filmati, per un totale di 2200 ore. Italy in a day, coprodotta dalla Scott free, è stato presentato alla 71° Mostra del cinema di Venezia, accogliendo un enorme successo sia del pubblico che della critica. “Mi aspettavo più volgarità, più rabbia, invece ho trovato un’Italia sofferente, ferita, ma con grande dignità, che non ha perduto il senso di comunità, che prova la sensazione di trovarsi tutti sulla stessa barca” ha dichiarato il regista in un’intervista rilasciata sul quotidiano “La Repubblica”. L’autenticità del lavoro di Salvatores è stata la chiave del successo di questo film, che successivamente è stato proiettato il 23 settembre nelle maggiori città italiane, per poi sbarcare sul piccolo schermo il 27 dello stesso mese.

Anche l’Associazione 400 Colpi ha partecipato all’iniziativa raccontando la propria esperienza vittoriese. La notizia della selezione e della presenza del filmato dell’associazione all’interno del film ha spinto il Vittorio Veneto Film Festival a inserirlo come primo film della serata Rai Cinema, proponendo al pubblico la possibilità di rivedere e rivivere ancora per un altro giorno sul grande schermo la splendida pellicola del regista premio Oscar di Mediterraneo. Italy in a day sarà proiettato gratuitamente al Teatro da Ponte di Vittorio Veneto il 15 aprile alle ore 20:30.


 

Grande concerto di apertura per la VI edizione del vvfilmf.

Quartetto_Desueto(9 marzo) La sesta edizione del Vittorio Veneto Film Festival – Festival Internazionale di Cinema per Ragazzi si svolgerà dal 14 al 18 aprile 2015 a Vittorio Veneto e vedrà la partecipazione di 1500 giovani giurati, ospiti di fama internazionale e lungometraggi proiettati in prima nazionale. L’edizione si aprirà martedì 14 aprile alle ore 18.00 con l’inaugurazione di due mostre fotografiche presso Palazzo Todesco a Serravalle (Vittorio Veneto). La prima è intitolata Facciacce da Festival e si compone di una raccolta di scatti eseguiti da Operarea in cui vengono ritratti i primi piani dei collaboratori, nonché dei volontari, che hanno preso parte all’organizzazione di queste edizioni del Vittorio Veneto Film Festival. La seconda, dal titolo Luoghi Sottosopra, sarà un’esposizione di fotografie del rugbista Ludovico Nitoglia, ala della Prima Squadra del Benetton Rugby e titolare della maglia azzurra nel Sei Nazioni del 2005 e del 2006, in cui verranno raccontati luoghi dismessi presenti sul nostro territorio. Le mostre rimarranno aperte per tutta la durata del festival.

Alle ore 20.30, presso il Teatro da Ponte di Vittorio Veneto, verrà aperta ufficialmente la sesta edizione del Vittorio Veneto Film Festival con il concerto del Quartetto Desueto composto da Aldo Betto, Giacomo Da Ros, Mauro Da Ros e Cesare Ceschin. Questo gruppo è nato a Vittorio Veneto nel 2006 ed è formato da quattro amici, due di loro fratelli. In seguito a una serie di promettenti concerti, il gruppo ha plasmato un sound coinvolgente e ricco di energia. Dopo un anno e mezzo di pausa si ritroveranno sullo stesso palco, nella loro originaria forma, il 14 aprile alle ore 20.30 presso il Teatro da Ponte di Vittorio Veneto con un concerto-evento. Come hanno già annunciato sulla loro pagina Facebook, le prevendite saranno disponibili a partire dal 23 marzo direttamente sul sito del Vittorio Veneto Film Festival (www.vittoriofilmfestival.com). Posto unico euro 7,00.


 

Il trailer di lancio della sesta edizione del Vittorio Veneto Film Festival


 

Ugo Tognazzi protagonista della VI edizione del Vittorio Veneto Film Festival

Tognazzi(10 dicembre) Il Vittorio Veneto Film Festival – Festival Internazionale di Cinema per Ragazzi, che si terrà dal 14 al 18 aprile 2015, dedicherà la sesta edizione a uno degli attori più significativi della commedia all’italiana: Ugo Tognazzi. I suoi lungometraggi hanno segnato letteralmente la storia cinematografica del nostro Paese, dove la sua presenza è stata fondamentale per la riuscita di quasi 150 film presenti nel suo curriculum. Si pensi a I mostri di Dino Risi o alla trilogia di Mario Monicelli Amici Mieidove recita la parte del conte Lello Mascetti alle prese con scherzi esilaranti assieme alla combriccola composta da Rambaldo Melandri (Gastone Moschin), Giorgio Perozzi (Philippe Noiret), Guido Necchi (Duilio Del Prete) e Alfeo Sassaroli (Adolfo Celi). (continua a leggere)

Sito internet: vittoriovenetofilmfestival.com

Facebook: Vittorio Veneto Film Festival

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...