Ciak d’oro 2015: Il giovane favoloso incanta Cinecittà

giovanefavoloso

“Sempre caro mi fu quest’ermo colle, e questa siepe, che da tanta parte dell’ultimo orizzonte il guardo esclude.” Se c’è stato un film che veramente ha sorpreso tutti, dal pubblico più pessimista al distributore più pragmatico (per non dire ingordo), è sicuramente il film di Mario Martone Il Giovane Favoloso. Non solo perché è un’opera che tratta di uno dei personaggi più emblematici della letteratura italiana (e che per molti studenti delle scuole superiori è stato oggetto di forti tormenti cerebrali e di infinite fatiche). Il dato da tener presente è un altro, ed è quello del box office. Certo, non sarebbe giusto, soprattutto nei confronti di lavori di qualità molto alta e che non ha saputo (purtroppo) conquistare il mercato cinematografico italiano (come è accaduto ad Anime Nere). Tuttavia bisogna affermare che il successo nelle sale di un film d’essai come questo (6.149.000 euro) è cosa assai rara in Italia, visto il calo costante di biglietti venduti che ogni anno evidenzia una crisi evidente del nostro cinema.

ciakdoro2015
Foto presa dal profilo Twitter di Ciak

I Ciak d’oro sono ormai un’istituzione, visto che è l’unico giornale a dare la possibilità al proprio pubblico di esprimere le proprie preferenze sui film proiettati quest’anno.  I lettori della famosa rivista italiana di cinema hanno deciso di premiare proprio questo piccolo miracolo con 5 Ciak d’oro, tra i quali quello di Miglior Film, Migliore Attore Protagonista e Miglior Sceneggiatura. Quindi, giù il cappello (come lo stesso Elio Germano compie nel film) a Martone e al suo Giacomo Leopardi, che per la prima volta viene mostrato al pubblico in maniera completa, andando oltre i suoi scritti più illustri. Il secondo film che trionfa è Mia Madre di Nanni Moretti, che con la sua storia autentica ha convinto i lettori e la giuria tecnica, conquistando i premi come Miglior Regia e quelli relativi alle migliori Attrici (Margherita Buy e Giulia Lazzarini).

Sempre con tre riconoscimenti, Torneranno i prati di Ermanno Olmi si aggiudica la Miglior Fotografia (Fabio Olmi), la Miglior Colonna Sonora (Paolo Fresu) e la categoria come miglior Produttore, mentre  Anime Nere di Francesco Munzi ottiene 2 Ciak d’oro come Miglior Montaggio e Miglior Sonoro in presa diretta. Claudio Amendola conquista il premio come Miglior Attore grazie all’ultima pellicola di Edoardo Leo Noi e la Giulia, Film Rivelazione dell’anno per il giornale diretto da Piera Detassis. Enorme soddisfazione per Short Skin di Duccio Chiarini (presentato a Venezia grazie alla Biennale College Cinema e al Festival di Berlino) e N-Capace di Eleonora Danco (vittoriosa al festival di Torino), che ottengono rispettivamente il Ciak d’Oro come miglior Opera Prima e come film Bello & Invisibile. Per quanto riguarda i premi speciali, da menzionare la statuetta alla carriera longeva e piena di successi ai fratelli Taviani, il Superciak d’oro ad Alessandro Gassman, e Ciak d’oro come grandi protagonisti di 30 anni di cinema a Margherita Buy, Fulvio Lucisano e Paolo Sorrentino.

Qui tutti i premi:

CIAK D’ORO MIGLIOR FILM: Il giovane favoloso di Mario Martone

CIAK D’ORO MIGLIOR REGIA: Nanni Moretti, Mia Madre

CIAK D’ORO MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA: Elio Germano, Il giovane favoloso

CIAK D’ORO MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA/CHOPARD: Margherita Buy, Mia Madre

CIAK D’ORO MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA: Claudio Amendola, Noi e la Giulia

CIAK D’ORO MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA: Giulia Lazzarini, Mia Madre

CIAK ALICE/GIOVANI: Il ragazzo invisibile di Gabriele Salvatores

CIAK D’ORO MIGLIORE SCENEGGIATURA: Mario Martone e Ippolita di Majo, Il giovane favoloso

CIAK D’ORO MIGLIOR FOTOGRAFIA: Fabio Olmi, Torneranno i prati

CIAK D’ORO MIGLIORE MONTAGGIO: Cristiano Travaglioli, Anime nere

CIAK D’ORO MIGLIORE SCENOGRAFIA: Giancarlo Muselli, Il giovane favoloso

CIAK D’ORO MIGLIORI COSTUMI: Ursula Patzac, Il giovane favoloso

CIAK D’ORO MIGLIOR SONORO IN PRESA DIRETTA: Stefano Campus e Sandro Ivessich Host, Anime nere

CIAK D’ORO MIGLIOR COLONNA SONORA: Paolo Fresu, Torneranno i prati

CIAK D’ORO MIGLIOR CANZONE ORIGINALE: Giordano Corapi e Roberta Serrietello, Take Five

CIAK D’ORO MIGLIOR PRODUTTORE: Luigi Musini/Cinemaundici, Elisabetta Olmi/Ipotesi Cinema, Rai Cinema per Torneranno i prati

CIAK D’ORO MIGLIOR MANIFESTO: Le Meraviglie – Maurizio Ruben, Riccardo Fidenzi, Fabian Negrini per Internozero

CIAK D’ORO SPECIALE SERIAL MOVIE: Maria Pia Calzone, Gomorra

CIAK D’ORO MIGLIOR OPERA PRIMA: Short Skin di Duccio Chiarini

SUPERCIAK D’ORO: Alessandro Gassmann

CIAK D’ORO ALLA CARRIERA: Paolo e Vittorio Taviani

CIAK D’ORO BELLO & INVISIBILE: N-Capace di Eleonora Danco

CIAK D’ORO RIVELAZIONE DELL’ANNO: Noi e la Giulia di Edoardo Leo

CIAK D’ORO GRANDI PROTAGONISTI DI 30 ANNI DI CINEMA

Margherita Buy, Fulvio Lucisano, Paolo Sorrentino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...